SOLAR AND TERRESTRIAL DATA

L'attivazione dell'isola di Torcello (tnx iw3sox)

venerdì 11 dicembre 2009

mercoledì 14 ottobre 2009

Semplice progetto per un'antenna per i 160 metri

Basta seguire il video e capirete come costruire una semplice yagi 3 elementi per i 160 metri.
Notare che il rotore è alla base del traliccio per girare tutto il traliccio, semplice vero?

domenica 11 ottobre 2009

Progetto per una verticale di WA7RAI

Ho trovato questo facilissimo progetto per una verticale per i 20 metri che ha anche un discreto guadagno sul radiotore isotropico circa 3,1 db
Le misure sono inglesi ed anche il testo, ma si può sintetizzare così:

tratto radiante 1/4 lambda
supporto metallico pari a 1/4 lambda
Lo stub (adattatore di impedenza) in parallelo all'alimentazione è semplicemente 1/8 lambda x 0.66 in RG-213 cortocircuitato al termine
4 radiali (contrappesi) sotto al punto di alimentazione di lunghezza pari al tratto radiante, collegati al polo freddo
un buon piano di terra alla base del supporto (sostituibile con radiali accordati).
I disegni sono visibili cliccando sul link nel testo in inglese.



A LOW ANGLE VERTICAL ANTENNA for 20m

Published and Copyrighted 11/20/2007 by S. C. Smith, WA7RAI • All rights reserved




For those who would enjoy working some serious DX on 20 meters but cannot install a beam antenna, this slightly modified ¼ w ground plane vertical may provide a solution.

While directional gain is certainly an asset, one cannot overlook the important role that a narrow elevation beamwidth and a low angle of radiation plays in successful DXing.

This design is based on the premise that a specific set of dimensions and conditions plus the addition of a shorted stub, will allow the classical ¼ w ground plane to mimic the radiation characteristics of a typical 5/8 w vertical:

angle of radiation: 15 deg.

elevation beamwidth: 24.8 deg.

nominal gain: 3.1 dBi

Click here to view polar plot

In addition to the advantages of a low radiation angle and a narrow elevation beamwidth, the shorted stub across the feed point acts as a closed loop, thus reducing the antenna's susceptibility to noise and making this antenna an acceptable alternative to a beam.

PRINCIPAL OF OPERATION

A typical ¼ w vertical ground plane is mounted on a ¼ w vertical aluminum mast that is grounded to earth ground. In effect, the antenna now becomes an electrical ½ wavelength. A shorted coaxial (RG-8) stub with a delay of approximately 1/8 wavelength (5' 10¾") is shunted across the feed point insulator, making the antenna the electrical equivalent of a 5/8w element. Four (4) radials made of #12 wire, each 17 ft. in length, are than attached to the top of the mast just below the feed point (see drawing) with their ends angled downward, to give a 50 ohm feed point impedance.

Click here to view VSWR curve

DETAILS
http://www.raibeam.com/wa7rai/20m_vert/20m_vert.html


CONSTRUCTION

The main ¼ w element is constructed of three (3) telescoping sections of aluminum tubing with a wall thickness of approximately .058". The bottom section is 6' long by 1" diameter. The middle section is 6' long by 5/8" diameter, which is telescoped into the 1" tubing by three (3) inches, making it's effective length 5' 9". The top section is 4½' long by ¾" diameter, and is telescoped into the middle section until its exposed length is 4' 1½". The overall length of the main element is 16' ¾" for 14.225 mHz as the center operating frequency.

The main element is inserted and secured into a tubular insulator that is 1" i.d. and approximately 1-5/8" o.d., which is then inserted and secured into the top of the 16' length of 1¾" aluminum mast. The insertion depth for each should be around 2" to 3", thus the insulator's length will be around 4" to 6" long, depending upon the insertion depth used. Note: the mast may be comprised of telescoping sections, but conductivity between sections must be maintained. The mast may also be of a diameter other than specified, but in either case, length of the main element and/or the stub length may need compensation.

The stub is constructed of a length of RG-8 (or equivalent with a .66 velocity factor) that is 5' 10¾" long. One end is attached across the insulator -- with the shield connected to the mast, the inner conductor to the main element -- and on the opposite end, the inner conductor and the shield are connected together and soldered. The stub can hang parallel to the mast but a separation of 1" to 2" should be maintained.

The length of the four (4) radials is 17'. They are attached to the top of the mast with their ends lowered to be 10' above ground, and horizontally, 15' 11" from the center of the mast.

The antenna is fed across the insulator, with the feed line shield connected to the mast where the radials attach, and the inner conductor connected to the bottom of the main element (as shown). It is recommended that a ferrite sleeve on the coax, or a length of feed line coax coiled into a choke, be placed at or near the feed point to suppress common mode radiation.

TUNING AND MATCHING

If necessary, the center operating frequency may be adjusted by varying the length of the top section of the main element. Similarly, the feed point impedance can be adjusted by altering the length of the shorted stub.

Roberto Napoletani (I5JKI)

venerdì 9 ottobre 2009

Antenne show

Qualcuno dice che sul tetto di casa mia c'è una ragnatela di fili...
ma guardate un po' questo video...

sabato 15 agosto 2009

PSYCHO Contest

Ed ecco come gli americani fanno i contest.
Sconsigliata la visione ai deboli di cuore...

martedì 11 agosto 2009

Diploma Castelli Italiani: TV 013 Torre civica di Portobuffolè








Anche questa è fatta...
Provato antenna HB9, tutto ok!
Alle prossime attivazioni, a settembre New One!!!

martedì 4 agosto 2009

SV8/I5JKI IOTA EU072


A giorni sarà spedita la qsl che vedete qui riprodotta a tutti coloro che mi hanno collegato e che ringrazio per questo.

La QSL è stata prodotta dal grande qsl manager IZ3LES - Maurizio. Lo ringrazio pubblicamente per la sua dedizione e la sua pazienza.


'73 a tutti e buona propagazione,

de I5JKI/I3JKI

lunedì 3 agosto 2009

Attivazione Torre campanaria di Breda di Piave - TV 051

Sabato 1 agosto 2009 il team di IQ3SD ha attivato anche questa referenza.
Mattinata afosa, molto ma molto... Però il divertimento come al solito assicurato.
C'era anche il mitico IK3SSW, principe degli attivatori del Veneto, con le sue più di 100 attivazioni, che piacere e che spettacolo vederlo montare una stazione completa di antenne ed accessori in 10 minuti...
La prossima volta farò un video.
Per il momento in attesa delle foto che Maurizio IZ3LES mi dovrà dare, accontentarsi della sola notizia...
'73 e buona propagazione (dov'è?) a tutti....

sabato 25 luglio 2009

Diploma Castelli Italiani VE080 Torre telemetrica "Vignotto"




VE080? Fatta!
Anche oggi il team di IQ3SD ha fatto il suo dovere, 160 collegamenti in tre ore, con intermezzo mangereccio: panini e mortadella (thanks to IZ3PUR e IW3HCN) e ciacole a gogò...
IZ3LDR, IZ3LES, IZ3PUR, IW3HCN, I5JKI

giovedì 23 luglio 2009

Un ciclo solare da paura... e speriamo bene!
















Il clima sulla Terra dipende dall'intensità della radiazione solare e da meccanismi interni l'atmosfera, tra i quali: le grandi correnti oceaniche, la copertura nuvolosa e la percentuale di gas ad effetto serra. Quando uno dei principali elementi climatici subisce un mutamento si ripercuote anche sugli altri secondo un principio di 'azione-reazione'. Ovviamente il sole sfugge a questa regola producendo pesanti cambiamenti all'interno dell'atmosfera terrestre senza subirli. Come molti già sanno l'attività solare ha toccato, tra ottobre 2007 e Aprile 2008, il suo minimo undecennale, che si palesa attraverso una drastica riduzione delle macchie solari (Sunspots). Di norma alla fine di un ciclo i sunspots riprendono ad aumentare inaugurando una nuova fase di crescita; stavolta non solo non si può definire concluso il minimo, ma la reiterata assenza di macchie solari comincia a farsi preoccupante. Alcuni ricercatori affermano che questa stentata ripresa non rappresenti soltanto la fine di un ciclo undecennale, ma che inauguri un possibile minimo a scala secolare. Se a tutto questo aggiungiamo l'ormai imminente raffreddamento delle correnti atlantiche (ciclo AMO) e l'inizio della fase fredda della PDO c'è davvero di che riflettere.
A partire dal Febbraio del 2007 l'attività solare ha concluso il suo 23° ciclo toccando il fisiologico minimo undecennale di Schwabe. Il 24° ciclo avrebbe dovuto inaugurare la nuova fase di crescita attraverso un lento, ma costante, aumento delle macchie solari. Per adesso, tuttavia, i dati ufficiali provenienti dall'SIDC belga tradiscono un'attività solare pressoché piatta, palesano uno dei passaggi più critici degli ultimi 200 anni. Gli scienziati della NASA avevano stimato che il 24° ciclo sarebbe partito nel Marzo 2007; dopo 16 mesi di ulteriore diminuzione delle macchie solari alcuni ricercatori hanno dovuto riesumare il vecchio ciclo 23. In parole povere stiamo ancora aspettando il passaggio di consegne tra una fase e l'altra, evento, questo, che posticipa il nuovo massimo dal 2011 al 2013. Non solo, secondo recenti previsioni se i sunspots non riprenderanno entro breve l'inizio del nuovo ciclo potrebbe slittare addirittura a fine 2009. Un fatto che avrebbe pochissimi precedenti nel recente passato e che comporterebbe l'anomalo allungamento dell'attuale fase neutra.La NASA prevede che il ciclo 24 sarà molto intenso, mentre il venticinquesimo dovrebbe risultare estremamente blando, tra i più deboli degli ultimi 120 anni. Quest'ultima previsione, supportata anche da altri enti, conferma i timori dei ricercatori riguardanti l'inizio di un minimo secolare. Inoltre l'iperattività del ventiquattresimo ciclo potrebbe essere compensata dal protrarsi dell'attuale fase neutra. (tratto dal sito 3bmeteo)

martedì 14 luglio 2009

SV8/I5JKI - Alonissos Island - IOTA EU-072























cliccate sulle foto per ingrandirle !!!





L'isola è fantastica, il mare di più, con la radio poi... fate voi!!!







domenica 24 maggio 2009

Una giornata sull'isola












Di nuovo a Torcello dopo un venerdì di paura.

Una giornata particolare nella quale ho apprezzato una volta di più la vicinanza degli amici e della radio.

La vita è sempre più difficile e l'angoscia della nostra esistenza convulsa e, a volte, vuota e senza grandi motivazioni, ci costringono a livelli di stress molto alti.

Fondamentale è capire quando arriva il momento di fermarsi per un po' e di gustare con altre persone che ti vogliono bene, attimi di serenità.


La radio però, come diceva il nostro Maestro Guglielmo Marconi, è solo un mezzo per unire la gente e non il fine.

giovedì 14 maggio 2009

IL3T Torcello Island is on the air



Eccoci quasi a metà dell'opera, finora sono stati effettuati, dal 1 maggio, circa 1400 qso in 4 giorni (22/24 ore di effettiva attività).
Tutto prosegue per il meglio, vi aspettiamo on the air...
I log sul nostro sito: http://www.arisandona.it/il3t.html
Roberto

video

domenica 26 aprile 2009

IL3T Torcello Island IOTA EU-131

Venerdì primo maggio si ricomincia l'attività dall'isola di Torcello.
A presto island on the air ....
'73 Roberto i5jki/3

giovedì 16 aprile 2009

martedì 14 aprile 2009

IQ3SD - Attivazione della torre telemetrica Sassonio VE 079

foto della torre telemetrica del forte di Treporti, batteria Amalfi.



Sabato santo con la radio. Abbiamo attivato la torre telemetrica Sassonio di Cavallino-Treporti con il nominativo della sezione ARI di San Donà di Piave: IQ3SD.
Le torri telemetriche sono delle torri che venivano utilizzate dall'artiglieria dell'esercito italiano durante la prima guerra mondiale per dirigere il tiro a lunga distanza.
Grande divertimento per 4 ore di seguito.
Team: Iz3les, Iz3lqr, Iz3nyk, Iz3obm, i5jki/3
Per tutti gli amici che non sono riusciti a collegarci voglio assicurare che ritorneremo presto per continuare a fare tanti qso, '73 a tutti
i5jki/i3